HOME | CHI SIAMO :: DOVE SIAMO :: CONTATTI | LAVORA CON NOI :: AREA AZIENDE :: AREA DOCENTI
 MATRICOLA    PASSWORD   

IL TITOLO DI MEDIATORE LINGUISTICO

CORPO DOCENTI

PIANO DI STUDI

Lauree triennali e Lauree specialistiche Magistrali

La riforma del sistema universitario italiano, avviata con decreto ministeriale n. 509 del 3 novembre 1999, successivamente modificato con decreto ministeriale n. 270 del 22 ottobre 2004, prevede due livelli di laurea:
la laurea triennale, più agile e orientata al mercato del lavoro, della durata di tre anni di corso e la laurea magistrale (D.M. 270/04), ex specialistica (D.M. 509/09), che prepara all’assunzione di posizioni di responsabilità in istituzioni pubbliche e private, della durata di due anni di corso.

Corso di laurea di I livello in Discipline della Mediazione Linguistica

Il Corso triennale garantisce una solida formazione linguistica e un’adeguata preparazione culturale riguardo ai Paesi in cui si parla la lingua straniera in esame. Viene dato particolare risalto allo studio della cultura del Paese, in quanto un buon mediatore linguistico deve conoscerne in maniera approfondita gli usi e i costumi per poter comprendere e trasmettere la lingua reale in tutte le sue sfumature. Le lezioni linguistiche prevedono una riflessione critica sui meccanismi che riguardano la lingua stessa, allo scopo di fornire una preparazione professionale allo studente che gli permetta di analizzare in tutte le sue sfaccettature le peculiarità strutturali dell’idioma studiato. Le lingue triennali di studio obbligatorie sono due. La prima lingua è necessariamente l’inglese, mentre la seconda deve essere scelta tra lo spagnolo, il tedesco, il francese, il russo e il portoghese. Lo studente può inoltre optare per una terza lingua, compatibilmente con le disponibilità di orario.

Le lingue triennali si attivano nel momento in cui viene raggiunto il numero minimo di 10 studenti. Per i corsi di lingua inglese, gli iscritti vengono divisi per gruppi in base al risultato ottenuto nel test di ingresso, mentre la seconda lingua non prevede una divisione secondo il livello linguistico. Tutte le lezioni della seconda lingua ricominciano dalle basi, per permettere ai principianti di poter raggiungere competenze e conoscenze adeguate e consentire così alla classe di camminare in maniera omogenea.

Lo studio delle lingue non è fine a se stesso ma rivolto a una adeguata comprensione e resa in vista delle materie specifiche del corso di mediazione linguistica.

Gli insegnamenti del corso di studi possono essere sia annuali che semestrali, secondo le caratteristiche della materia. Quelli annuali si svolgono nel corso di tutto l’anno accademico, quelli semestrali solo nel primo o nel secondo semestre. Al termine dei corsi si sostengono gli esami, secondo le modalità stabilite dai docenti in accordo con i dipartimenti linguistici. Per poter essere ammessi a sostenere gli esami è richiesta in tutte le materie una frequenza non inferiore al 70% delle lezioni.

Nel primo anno, oltre allo studio delle lingue scelte, viene garantita una solida base scientifica della lingua e del linguaggio, in particolare tramite il corso di Linguistica Generale. I corsi di Letteratura Italiana, di Letteratura Italiana Contemporanea e di Lingua Italiana, adeguatamente accompagnati nel corso dell’anno da seminari sulla Grammatica Italiana, garantiscono una conoscenza approfondita della lingua materna. Sempre nel corso del primo anno viene inoltre attivato il corso di Informatica Generale che provvede a dare, oltre alle basi per l’uso del computer, i primi strumenti tecnici di traduzione assistita. Il primo approccio con la mediazione linguistica avviene tramite i corsi di Trattativa, per ciò che concerne la mediazione linguistica orale, e tramite i corsi di Versione (cioè dalla lingua straniera alla lingua italiana) e di Traduzione (dalla lingua italiana alla lingua straniera) per ciò che concerne la mediazione linguistica scritta. Anche in questo caso la pratica viene introdotta dalla teoria grazie al corso di Teoria della Mediazione Linguistica.

Nel secondo anno si affianca allo studio delle lingue triennali, quello delle lingue biennali, da scegliere tra arabo, cinese, giapponese, portoghese, russo e lingua dei segni (LIS). L’attivazione di una lingua biennale è garantita soltanto previo raggiungimento del numero minimo di 10 studenti. Si approfondisce lo studio scientifico, già iniziato il primo anno, con il corso di Sociolinguistica, per poi passare all’analisi testuale e orale tramite i corsi di Analisi del Testo e di Analisi della Conversazione. Vengono approfondite le tecniche di trattativa, di versione e di traduzione e viene introdotto il lavoro dell’interprete in consecutiva tramite il corso di Tecniche di Interpretariato di Conferenza. Questo è anche il momento della scelta dell’indirizzo: Turistico-Aziendale o Classico-Linguistico. Il primo prevede gli esami di Commercio Inglese e di Nozioni di Economia; il secondo, gli esami di Letteratura e di Letteratura Contemporanea Inglese. Per l’attivazione di un indirizzo è necessario raggiungere un numero minimo di 15 studenti.

Nel terzo anno infine, oltre alle lingue triennali e biennali e all’approfondimento delle tecniche di traduzione e versione, sono previsti gli esami specifici di Consecutiva e Simultanea attiva e passiva per le lingue scelte, che chiudono il ciclo di preparazione per le tecniche di interpretariato. Sono poi previsti, per l’indirizzo Turistico-Aziendale, i corsi di Concetti Giuridici, Inglese Legale e Commercio Seconda Lingua; per l’indirizzo Classico-Linguistico i corsi di Letteratura e Letteratura Contemporanea della seconda lingua.

Cosa sono i crediti?

Il credito formativo universitario (CFU) è l’unità di misura dell’impegno richiesto allo studente. Ogni credito equivale mediamente a 25 ore di lavoro comprensive di lezioni, esercitazioni, laboratori, tirocini e studio personale. Il lavoro complessivo di uno studente viene calcolato in 60 crediti all’anno, che corrispondono a 1500 ore.

Lingue Studiate

Lingue Triennali

INGLESE
FRANCESE
TEDESCO
SPAGNOLO
PORTOGHESE
RUSSO

Lingue Biennali

ARABO
CINESE
GIAPPONESE
PORTOGHESE
RUSSO
TURCO

LAUREA MAGISTRALE TRADUZIONE E INTERPRETARIATO CORSO INTERPRETAZIONE GIUDIZIARIA testimonianze studenti

PERCHÉ NOI?

INFO E MODULISTICA

PIATTAFORMA DIDATTICA

BORSE DI STUDIO

ERASMUS/TIROCINI/STAGE

BIBLIOTECA E LABORATORI

NEWS

EVENTI

PAROLA AGLI STUDENTI

FOTOGALLERY

logo carta del docente logo perugia 2019 capitale europea dei giovani